Sbiancamento laser e domiciliare

La salute del cavo orale dipende in larga parte dall’attenzione e la costanza con cui i soggetti si dedicano all’igiene orale. Non esiste modo più efficace di prendersi cura del proprio cavo orale!

Chi si occupa di igiene orale ha varie responsabilità:

  • Educare i pazienti (giovani ed adulti) alle manovre più utili per mantenere un buon grado di pulizia
  • Verificare la salute parodontale del paziente
  • Rilevare e rimuovere la placca batterica ed il tartaro
  • Lucidatura e levigatura dei restauri conservativi
  • Dispensare consigli per una corretta alimentazione (sempre in riferimento alla salute orale)
  • Prescrivere i presidi medici piú idonei (collutori e dentifrici)
  • Eseguire lo sbiancamento professionale
Soprattutto per i pazienti portatori di protesi fisse o mobili, l’educazione ad una corretta igiene orale è fondamentale per garantire la durabilità e l’integrità di protesi ed impianti che altrimenti, con il tempo, potrebbero danneggiarsi.

Sbiancamento domiciliare

Lo sbiancamento domiciliare è una tecnica che consente di raggiungere i risultati di uno sbiancamento professionale, tramite delle pratiche mascherine.

Innanzitutto il dentista rileverà due impronte delle arcate dentali del paziente, grazie alle quali verranno prodotte due mascherine trasparenti. La superficie esterna di queste mascherine presenta dei serbatoi che contengono gel sbiancante.

 

Il paziente dovrà indossare queste mascherine dalle 4 alle 8 ore tutti i giorni per circa due settimane. La durata del trattamento dipende principalmente da due fattori:

  • Aggressività degli agenti sbiancanti utilizzati
  • Gravità della discromia che si intende correggere

Il trattamento avviene in totale sicurezza e con il supporto costante dello specialista.
L’effetto collaterale più frequente è l’ipersensibilità dei denti al caldo ed al freddo, che sparirà nell’arco di poche ore.

Generalmente si consiglia di evitare:

  • Cibi troppo caldi o troppo freddi;
  • Bibite molto zuccherate;
  • Cibi o bevande eccessivamente acidi (bibite gasate, succhi di frutta, yogurt etc.);
  • The e caffè;
  • Fumo o tabacco da masticare;
  • Bibite colorate come Coca-Cola, vino, cocktail;
  • Salse e sughi;
  • Verdure come carciofi, carote, pomodori;
  • Frutta come fragole, frutti di bosco, marmellate;